Nomenclatura combinata 2017 – Approvato il capitolo vino

Dal 2008 – 2009, gli scambi di vino in bag in box sono aumentati esponenzialmente. Alla luce di tale trend, nel 2014 l’Organizzazione Mondiale delle Dogane (WCO) ha proposto di inserire nel capitolo vino della nomenclatura combinata (NC), un nuovo codice 2204.22, per monitorare i flussi commerciali dei vini in confezioni da 2 a 10 litri.

Nel 2015, la Commissione Europea ha pubblicato una prima proposta di semplificazione dell’attuale NC per i prodotti vitivinicoli, eliminando tutti i codici “regionali” nel capitolo 2204.22 (vini imbottigliati) e 2204.29 (vini sfusi).

 

A fronte di un largo consenso tra tutte le organizzazioni della filiera a livello europeo e con il supporto di alcuni Stati membri, Unione Italiana Vini, di concerto con il Comité Vin, ha elaborato una proposta alternativa a quella della Commissione Europea che partisse dalle seguenti proposte:

 

 -         Codice NC 2204 10 – vini spumanti: inserimento di una linea della nomenclatura combinata per il Prosecco (inteso come tipologia spumante delle tre denominazioni: DOC “Prosecco”, DOCG “Conegliano Valdobbiadene Prosecco” e DOCG “Asolo Prosecco”).

 

-         Codice NC 2204 21 – vini imbottigliati: mantenimento delle attuali statistiche per i vini imbottigliati riferite ad alcune Regioni italiane (es. Veneto, Toscana, Piemonte, Trentino Alto Adige, Friuli Venezia Giulia) e inserimento di due nuove linee tariffarie per i vini a DOP – rossi e bianchi – della regione Sicilia.

 

-         Codice NC 2204.22 – Bag in Box: inserimento di una linea NC per i vini DOC del Piemonte. 

 

Dopo alcuni mesi di discussioni e negoziazioni, la Commissione Europea ha finalmente accettato la proposta del settore che è stata adottata dagli Stati membri in occasione del comitato codici doganali (CCC) dello scorso 23 maggio.

 

Il Regolamento sarà votato il prossimo 18 luglio e la nuova NC entrerà in vigore a partire dal primo gennaio 2017.