TTIP– Report valutazione di impatto

Nel 2013, la Commissione Europea (DG commercio) ha incaricato la società di consulenza olandese Ecorys di redigere uno studio di valutazione di impatto sulla sostenibilità economica del negoziato relativo all’accordo di libero scambio TTIP.

 

Il primo draft della relazione è stato pubblicato dalla Commissione Europea.

L’obiettivo dello studio è di valutare i potenziali effetti del trattato, in particolare rispetto all’eliminazione delle tariffe e alla cooperazione regolatoria.

 

Contenuto:

  • Il consulente attribuisce il termine “unhealthy commodities” (prodotti dannosi per la salute) ad alcuni prodotti agricoli, come tabacco, bevande alcoliche e zucchero.

 

  • Inoltre, la relazione presenta le seguenti conclusioni: “si considera che la liberalizzazione delle tariffe potrebbe portare a un aumento dei consumi di prodotti dannosi per la salute umane, in quanto su tali beni saranno applicati prezzi più bassi. Tuttavia, la clausola prevista dal TTIP riguardante il diritto dello Stato di prevedere una regolamentazione più restrittiva quanto alla salute umana, per ragioni di pubblico interesse, tutela sufficientemente gli Stati membri dell’Unione Europea”.

 

La relazione è stata presentata al gruppo di dialogo civile della DG Trade a Bruxelles lo scorso 30 maggio, in presenza delle istituzioni e delle organizzazioni rappresentanti dei principali settori economici europei.