42esimo congresso mondiale della vigna e del vino dell’OIV

Elisabetta ROMEO-VAREILLE -

La Svizzera accoglierà dal 15 al 19 luglio 2019 il 42esimo congresso mondiale della vigna e del vino nonché l’Assemblea generale dell’Organizzazione internazionale della vigna e del vino (OIV).

La Svizzera accoglierà dal 15 al 19 luglio 2019 il 42esimo congresso mondiale della vigna e del vino nonché l’Assemblea generale dell’Organizzazione internazionale della vigna e del vino (OIV). Dopo 95 anni di esistenza, il ruolo dell’OIV resta sempre determinante. L’attività dell’OIV si sviluppa secondo 4 assi portanti, di cui il primo costituisce il pilastro centrale:

  1. L’elaborazione di norme armonizzate e accettate su scala internazionale per la produzione dei prodotti vitivinicoli. Questi dati coprono l’insieme del processo di produzione e di durata di vita del prodotto.
  2. La ricerca su argomenti di primo piano per il futuro del settore come la sostenibilità della produzione vitivinicola, la salute dei consumatori oppure la sicurezza sanitaria degli alimenti provenienti dalla filiera vitivinicola.
  3. L’elaborazione di banche dati, statistiche e informazioni sul settore. L’OIV amministra le banche dati attive attraverso i suoi partner e le sue relazioni nel settore vitivinicolo, per informare gli Stati Membri, gli osservatori nonché il settore in generale. Pubblica relazioni annuali su analisi tematiche, relative a temi specifici come il mercato dei vini effervescenti, il mercato dei vini rosati, l’uva da tavola e l’uva secca, la distribuzione varietale delle uve nel mondo.
  4. Formazione e comunicazione. Nell’ambito del suo programma di ricerca e di pubblicazione, l’OIV studia ogni anno le domande di borse di ricerca e le attribuisce ai giovani ricercatori. Accorda il suo patrocinio a circa 30 concorsi di vini e bevande spiritose che si svolgono in tutto il mondo.

Fonte: OIV