Aumento del contributo ambientale per l’avvio al riciclo degli imballaggi in vetro

Elisabetta ROMEO-VAREILLE -

Il Consiglio di Amministrazione CONAI, sentito il parere del Consorzio per il Recupero del Vetro, ha deliberato la rimodulazione del Contributo Ambientale per gli imballaggi vetro.

Il Consiglio di Amministrazione CONAI, sentito il parere del Consorzio per il Recupero del Vetro, ha deliberato la rimodulazione del Contributo Ambientale per gli imballaggi vetro. Ciò al fine di assicurare le risorse economiche necessarie per il raggiungimento degli obiettivi di riciclo/recupero dei rifiuti di imballaggio su tutto il territorio nazionale. La motivazione dell’aumento va fatta risalire allo straordinario incremento della raccolta differenziata di 155 000 tonnellate registrata nel 2017 (in tutto il triennio precedente 2014-16 era stata di 144 000 tonnellate) che è continuata nel 2018 e che ha saturato la capacità nazionale di trattamento. L’effetto concomitante dei minori ricavi dalle aste e dei maggiori esborsi per corrispettivi da versare ai Comuni ha fatto emergere l’esigenza di variare il Contributo Ambientale da 24 euro/ton a 27 euro/ton a partire dal luglio 2019.

Tale variazione avrà effetto, con la stessa decorrenza, anche sul Contributo mediante il calcolo forfettario sul peso dei soli imballaggi delle merci importate (peso complessivo senza distinzione per materiale) che passerà da 64,00 a 65,00€/tonnellata.

Resteranno invariate le aliquote da applicare sul valore complessivo delle importazioni (in Euro) per i prodotti imballati (0,16%) e per i prodotti non alimentari imballati (0,08%).

Fonte: CONAI, Consorzio Nazionale Imballaggi