Al Vinitaly 2016 il primo convegno dell’Osservatorio del vino

Giulio Somma -

Cinquant’anni di vigneti e cantine fotografati dall’Osservatorio del Vino

Vigneti e cantine, ma anche geografia dei paesaggi e organizzazione aziendale, profili di consumo e dinamiche distributive, modelli di business e strategie di impresa: la profonda rivoluzione che ha investito il mondo del vino in tutti i suoi aspetti negli ultimi cinquant’anni sarà fotografata attraverso numeri, statistiche, scenari e analisi di mercato in un incontro promosso dall’Osservatorio del Vino che si svolgerà nello spazio del Ministero delle Politiche Agricole al 50º Vinitaly. I partner dell’Osservatorio - Ismea, Crea, WINE-Management lab di Sda-Bocconi e Wine Monitor-Nomisma - metteranno a fuoco diversi aspetti di questa straordinaria evoluzione-rivoluzione del vino italiano: dalla trasformazione della geografia produttiva, che ha visto cambiare radicalmente la tipologia dei vitigni coltivati nel nostro paese, attraverso l’analisi di come è cambiato il marketing del vino delle imprese italiane per arrivare a capire come sono evoluti stili di consumo e strategie distributive. Lungo un cammino di successo che ha portato il vino italiano da “commodity” a “specialty”.

(Vinitaly: lunedì 11 aprile, ore 12.00, nella Sala Conferenze dell’Area Espositiva Mipaaf - piano terra Palaexpo)

 

SCARICA L'INVITO